Lubriservice sponsor del 28° raduno internazionale 4×4 di Gradisca

Epica 28^ edizione del “Città di Gradisca”; il raduno internazionale dei 4×4 ha avuto un contorno climatico d’eccezione: la neve che ha fioccato abbondantemente per tutta la notte precedente la manifestazione avvolgendo completamente il territorio friulano e trasformando il paesaggio in una “cartolina”.

Delizia e manna per gli appassionati del 4×4 che si erano dati appuntamento, numerosi come sempre, a Gradisca d’Isonzo per celebrare un evento off-road che, nei numeri, non ha eguali al mondo. Il semaforo verde scattava alle 08.00 di sabato 8 dicembre dopo che il Sindaco della città isontina Franco Tommasini ed il Consigliere Regionale Roberto Asquini avevano tagliato il nastro tricolore di partenza alla presenza di Miss Friuli Venezia Giulia 2012 Beatrice Barazzutti e Miss Miluna 2012 F.V.G. Alice Kristancic.

I 584 fuoristrada (sui cui tetti abbondava la neve) potevano così iniziare la loro avventura off-road lungo i molteplici tracciati predisposti dall’organizzazione del G.F.I.; i percorsi erano suddivisi in turistici, disegnati sui fogli bianchi del road-book ed indicati soprattutto ai suv ed impegnativi (sui fogli colorati) per i tradizionalisti del Gradisca che vedono in questa manifestazione il momento “top” della propria passione per il 4×4.

Le prime difficoltà iniziavano già nei tratti asfaltati il cui fondo, non solo nevoso ma spesso ghiacciato, rendeva indispensabile l’uso continuo della trazione integrale ed una guida particolarmente attenta. A 5 km. dalla partenza c’era la prima suddivisione dei percorsi e quello turistico proseguiva in direzione nord verso i dolci saliscendi del Collio fino a raggiungere l’altura di Castelmonte; da lì si sarebbe poi scesi verso la Slovenija con lo spettacolare sterrato ai bordi del torrente Judrio. Quello più impegnativo, invece, prevedeva la classica risalita negli alvei dei corsi d’acqua, in gran parte asciutti, ma anche spesso attraversabili solo affrontando lunghi guadi. Nei tratti più impegnativi ed inseriti come “varianti” al percorso base, non si contavano le immancabili “piantate” nella neve e fango, qualche guado affrontato a velocità eccessiva ma lo spirito di solidarietà e la presenza di un gran numero di macchine e trattori dell’organizzazione veniva incontro a chi spesso aveva “esagerato” perché preso da un’euforia che comprensibilmente aveva contagiato un po’ tutti i partecipanti. In entrambi i percorsi c’erano le possibilità di sostare in agriturismi e cantine che offrivano le proposte culinarie tipiche del territorio (Torretta a Tapogliano, Solder a Corno di Rosazzo, Al Granatiere a Dolegna del Collio e Russiz Superiore a Capriva del Friuli).

Il rientro a Gradisca dei 4×4 si aveva al calar della luce e le fuoristrada ben “sfruttate” per tutta la giornata riprendevano possesso della grande piazza centrale della città isontina. Seguivano le premiazioni nella Sala Bergamas. Il trofeo Michelin come club ospite più numeroso andava al club 4×4 Udine con 10 equipaggio; a seguire il GFI si aggiudicava il trofeo Porsche, al Nordest 4×4 andava il trofeo Lubriservice ed al Pavia 4×4 quello della Mobil. Tra i gruppi stranieri, primeggiavano a pari merito con 10 equipaggi il “Geländewagenfreunde” (trofeo Porsche) e il “4×4 Giganten” (trofeo Michelin); a seguire il Jeep club Brda con 9 equipaggi (trofeo Mobil) e il “3 Helmen off-road” con 6 equipaggi (trofeo Lubriservice). La “prova culturale 4×4” veniva vinta da Mauro Zerial. A tutti i premiati andavano anche prodotti del salumificio Dentesano. Per molti la strada del rientro si è presentata molto lungo; c’è chi ha raggiunto la Sicilia, la Sardegna, il nord della Germania ma la soddisfazione per aver fatto il Città di Gradisca nella neve rimarrà indelebile per sempre nella mente di tutti.

Scarica il depliant dell’evento

Le immagini del raduno

12 dicembre 2012