Sistri, il Ministero dell’Ambiente cambia le regole

In attesa della definitiva decisione sulla operatività del nuovo sistema di controllo informatico dei rifiuti, arrivano dal Ministero dell’Ambiente le semplificazioni procedurali del “Tu Sistri” annunciate nei mesi scorsi; novità in vigore dal 7 settembre 2012.

Tra le principali novità del Dm 25 maggio 2012, n. 141, che aggiorna le regole stabilite dal Dm 52/2011 (“Tu Sistri”), si segnala l’allungamento dei tempi previsti per l’inserimento delle informazioni sulle movimentazioni dei rifiuti pericolosi, anche nel caso di temporanea interruzione del sistema, nonché per il trasbordo e le soste tecniche.

Gli impianti pubblici di trattamento potranno iscriversi in via semplificata, e nuove procedure vengono fissate per la microraccolta, la raccolta dei Raee e i rifiuti sanitari. I centri di raccolta campani vengono obbligati all’iscrizione.

Singolare appare infine lo slittamento al 30 novembre 2012 del termine per il pagamento dei contributi, adempimento recentemente sospeso dal Governo — al pari dell’operatività dell’intero Sistri – con il Dl 83/2012 (termine ultimo per la decisione, 30 giugno 2013).

Fonte: Rete Ambiente

30 agosto 2012